Company Profile

Uniamo le case auto Premium e il cliente Premium lungo l’intera catena del valore.

Uniamo le case auto Premium e il cliente Premium lungo l’intera catena del valore.

Nel medio termine Pirelli punta a sovaperformare il trend di crescita del settore degli pneumatici. Il nostro obiettivo è migliorare il ritorno sugli investimenti e la generazione di cassa, creando valore per tutti gli stakeholder: dagli azionisti ai dipendenti, dalle comunità locali, ai fornitori, ai clienti e a quegli oltre 10.000 partner commerciali che ogni giorno vendono prodotti Pirelli.

Il nostro modello di business si basa su un semplice concetto: un percorso che unisce le case automobilistiche Premium e il cliente Premium lungo l’intera catena del valore.

Il segreto consiste nel seguire adeguatamente il produttore di veicoli. Pirelli equipaggia le auto di fascia alta. Successivamente presidia il mercato dei ricambi, il ”replacement”, attraverso tutti i canali: specialisti tyre, rivenditori e concessionari auto. Riteniamo che la velocità di acquisizione ed elaborazione delle informazioni e la tempestività nel rispondere alle esigenze del canale ricambi siano la chiave di successo.

Il ruolo delle partnership

Pirelli punta a essere il principale partner tecnologico dei più prestigiosi produttori di auto nel mondo. Siamo leader nelle omologazioni auto Premium, sia nel winter sia nel summer, nelle varie tipologie di prodotto e battistrada, e al secondo posto nell’all season. Nel 2014 abbiamo ottenuto più di 200 omologazioni. Con un portafoglio di oltre 1.500 omologazioni, Pirelli è oggi uno dei principali fornitori di pneumatici delle case auto Premium.

Quasi ogni singolo modello di auto Premium necessita di una specifica tipologia di penumatico e i nostri tecnici sviluppano esattamente lo pneumatico ideale per ogni tipo di auto, oltre a pneumatici che rispondono a diverse esigenze climatiche o che hanno tecnologie innovative come i Run-Flat e i Self-Sealing. Queste variabili ampliano costantemente il nostro portagolio di prodotti. Ad esempio, le diverse caratteristiche climatiche di Germania, Canada, Russia e Giappone richiedono penumatici winter differenti. Gestire tale complessità è uno dei nostri principali obiettivi e richiede costante ricerca di efficienza. A tale proposito Pirelli ha avviato processi di de-complexity che puntano a semplificare e standardizzare la produzione di alcuni componenti e processi. Un’agilità resa possibile solo grazie alla flessibilità della nostra organizzazione aziendale.

Il segmento Premium è il punto di forza di Pirelli. È quello con maggiori barriere tecnologiche da superare, ma anche quello che offre la maggiore profittabilità. Fra il 2011 e il 2014, Pirelli ha incrementato la propria quota di mercato Premium sul primo equipaggiamento dal 14% al 20%. Nello stesso periodo, la quota detenuta nel settore Prestige - vale a dire Ferrari, Maserati, Lamborghini, Porsche, Bentley, Aston Martin e McLaren - è passata dal 30% a circa il 50%.

Pirelli’s global management follows a matrix organisation combining function with geography.

Il presidio del canale ricambi

Il nostro modello di business è composto da due momenti fondamentali. Ottenere le omologazioni dalle principali case automobilistiche è solo il primo degli obbiettivi da raggiungere. La sfida successiva è fare in modo che il cliente scelga i nostri prodotti per il secondo e il terzo treno di pneumatici.

Il grado di fidelizzazione al brand è più alto nel mercato Premium. La maggioranza dei clienti, una volta sperimentato l’elevato livello prestazionale di un prodotto Premium, sceglie lo stesso pneumatico anche al momento della sua sostituzione.
Se un cliente si rivolge al concessionario dal quale ha acquistato l’auto, il concessionario è portato a consigliare lo stesso brand di pneumatici del primo equipaggiamento. C’è anche la possibilità che la garanzia su un’auto decada qualora il veicolo non monti pneumatici omologati: questo è uno dei vantaggi della focalizzazione sul Premium.

Per crescere sul canale ricambi, Pirelli può contare su una serie di leve tra cui un’intera gamma di pneumatici “marcati” che hanno sui fianchi un simbolo speciale che li identifica come specifici per un certo modello di vettura. Ad esempio, i pneumatici marcati BMW sono identificabili da una stellina sul fianco, MO significa Mercedes Original, AO sta invece per Audi Original e MGT per Maserati. Scegliendo gli pneumatici marcati, il cliente si garantisce un’esperienza di guida e prestazioni ottimali, in linea con gli obbiettivi della casa auto. Pirelli può contare sul più ampio portafoglio di pneumatici marcati dell’intero settore.

La mappatura della distribuzione delle auto e i “Big Data” offrono grandissime opportunità. Tramite il nostro sistema di geo-marketing, riusciamo a identificare per ciascuna area urbana quali auto e quali pneumatici sono stati acquistati, dove l’auto viene usata, quante vetture montano pneumatici Pirelli e quando questi dovranno essere sostituiti.

Si tratta di informazioni essenziali per poter comprendere appieno i clienti, la rete dei concessionari e quei punti vendita a cui i clienti - in un periodo variabile dai tre ai quattro anni - si rivolgeranno per la sostituzione del secondo o terzo treno di pneumatici. La mappatura e l’analisi dei dati permettono alla casa produttrice di scambiare informazioni precise con i rivenditori, consentendo loro di avere in magazzino gli pneumatici giusti al momento giusto e di massimizzare i ricavi.

Nei programmi di marketing, Pirelli ha tre obiettivi principali: copertura della rete dei concessionari auto e collaborazione sugli pneumatici marcati; crescita della rete di vendita retail; coinvolgimento dei propri clienti attraverso attività marketing digitale che fanno leva sulla presenza di Pirelli nel Motorsport e in Formula 1.

Per la prima volta nella storia dell’industria dei pneumatici, Pirelli ha adottato un approccio consumer centric.

Il modello aperto dell’innovazione

Al centro della storia Premium di Pirelli c’è un processo tecnologico in continua evoluzione, che trasforma materie prime quali gomma e acciaio in prodotti ad alte prestazioni per far fronte ai requisiti estremamente rigorosi delle case auto e alle esigenze dei clienti.

Per essere leader nel settore degli pneumatici, non è possibile contare solo sulle proprie risorse interne. Ecco perché Pirelli ha scelto di ricorrere al suo Open Innovation Model: oggi le collaborazioni esterne si concretizzano in almeno 150 progetti con istituti universitari e fornitori. Fra i nostri progetti di ricerca nel campo dei materiali e delle tecnologie innovative ci sono la silice derivata dalla lolla del riso e la tecnologia di devulcanizzazione selettiva per permettere il riutilizzo degli scarti.

A ciò si aggiungono circa 100 progetti con le case produttrici di auto per lo sviluppo congiunto di soluzioni tecnologiche. Molti di questi riguardano i settori più avanzati della ricerca e sviluppo, dal settore dei materiali a quello dell’elettronica. La Formula 1 è naturalmente un eccellente veicolo pubblicitario, ma è anche una grande fonte di motivazione per la ricerca: aumenta la velocità di cambiamento e la flessibilità, dando ampio spazio al talento. Pirelli affida il motoracing a giovani ingegneri, il cui prezioso lavoro alimenta l’Azienda fornendo dati ed esperienze, specialmente sui materiali, ed indirizzando l’attività di ricerca.

La Formula 1 è di grande aiuto nel trovare nuove soluzioni per il costante miglioramento dei programmi di simulazione e i vari team forniscono riscontri sulle prestazioni degli pneumatici Pirelli. Alcuni dei tecnici specializzati in F1 vengono poi indirizzati nei diversi settori della produzione di pneumatici stradali. Grazie alla F1, gli pneumatici Pirelli vengono realizzati in modo ottimale e più velocemente, proprio perché si opera con i migliori talenti. Per Pirelli la Formula 1 è una palestra: si può solo uscirne migliori e più forti.

Per Pirelli la Formula 1 è una palestra: si può solo uscirne migliori e più forti.

Una presenza produttiva ottimale

Con la propria produzione, Pirelli si colloca a un livello tecnologicamente avanzato, efficiente e localizzato in prossimità dei mercati di vendita. È la strategia local-for-local.

La nostra capacità di produzione è pari a circa 72 milioni di pezzi nella divisione Consumer, di cui il 50% Premium, e di 6,3 milioni di pezzi nella divisione Industrial. I prodotti della divisione Industrial vengono realizzati completamente in paesi con costi industriali competitivi, nei quali si produce anche il 78% degli pneumatici Consumer.

L’assetto produttivo odierno è il risultato di un percorso iniziato nel 2008, quando è stata ridisegnata la mappa dei siti produttivi con la realizzazione degli impianti in Romania, Cina e Messico in sostituzione di parte della produzione nei mercati maturi. Il risultato è stato l’ottenimento di maggiori efficienze e riduzione dei costi.

Sostenibilità e Profittabilità vanno di pari passo

L’incessante attenzione che riserviamo ai nostri prodotti va di pari passo con l’impegno di Pirelli in termini di sostenibilità. La profittabilità è influenzata da tutti gli elementi della sostenibilità. Un’attività sostenibile è un’attività di duraturo successo

La sostenibilità si concretizza nel sistema di gestione adottato in Azienda. Mappiamo, controlliamo e gestiamo impatti e opportunità economiche, sociali e ambientali connessi ai processi, ai prodotti ed ai servizi Pirelli.

L’incessante attenzione che riserviamo ai nostri prodotti va di pari passo con l’impegno di Pirelli in termini di sostenibilità. La profittabilità è influenzata da tutti gli elementi della sostenibilità. Un’attività sostenibile è un’attività di duraturo successo.
Condividi questa pagina

Copyright © 2015 Pirelli & C. S.p.A. - Pirelli Tyre S.p.A. - P.IVA: 07211330159