Company Profile

Generazione di cassa superiore alle attese grazie a crescita del Premium ed al piano di efficienze.

Generazione di cassa superiore alle attese grazie a crescita del Premium ed al piano di efficienze

Con l’esercizio 2014 Pirelli ha raggiunto il primo importante traguardo nel percorso di creazione del valore tracciato dal Piano Industriale 2013-2017. In particolare:

  • nel segmento Premium Pirelli ha registrato una performance superiore a quella del settore, incrementando la propria quota di mercato in tutte le aree geografiche;
  • la profittabilità ha raggiunto il 14,4% del margine Ebit prima degli oneri di ristrutturazione, con un aumento anno su anno di 1 punto percentuale;
  • la generazione di cassa è stata superiore alle aspettative: 312 milioni di euro prima del pagamento dei dividendi e dell’incasso derivante dalla cessione delle attività Steelcord;
  • il ritorno sugli investimenti (ROI) si è attestato al 22%, rispetto al 20% del 2013.

Tali risultati sono stati conseguiti nonostante l’elevata volatilità dell’economia nei paesi dell’America Latina, che da sola rappresenta un terzo del nostro business, e la difficile situazione in Russia, dove il processo di turnaround procede in linea con le attese.

Nel 2014 Pirelli ha inoltre effettuato importanti operazioni sul mercato del credito. Nel mese di novembre abbiamo emesso con successo un bond a cinque anni da 600 milioni di euro, sottoscritto per intero al tasso di cedola più basso mai offerto dall’Azienda, pari a meno del 2%; inoltre abbiamo rinnovato una credit facility da 1 miliardo di euro per cinque anni con un gruppo di 10 banche internazionali. Con queste operazioni Pirelli ha essenzialmente soddisfatto le principali necessità di rifinanziamento per i prossimi anni.

Nel mese di novembre abbiamo emesso con successo un bond a cinque anni da 600 milioni di euro.

Sviluppo del Premium superiore alle aspettative

Il Piano Industriale 2014-2017 prevede una crescita del mercato Premium tre volte superiore a quello non Premium. Nel 2014, l’andamento dell’alto di gamma ha superato le attese con una crescita su base annua di circa il 10%, mentre il mercato non Premium ha mostrato una crescita molto limitata. Pirelli ha sovraperformato il mercato Premium guadagnando un punto percentuale di quota di mercato a livello globale.
Le omologazioni Pirelli da parte dei più importanti produttori di autoveicoli continuano ad aumentare: nel 2014 abbiamo conseguito più di 200 omologazioni, di cui 60 Prestige e Premium solamente nell’ultimo trimestre dell’anno, tra cui figurano modelli di auto di grande successo, come la Jaguar XE, la Land Rover Discovery Sport e la Porsche Macan.

Il modello di business Pirelli si basa anche sull’analisi approfondita di dati. Nel 2014 è stato completato il deployment di sofisticati programmi per l’acquisizione e la gestione dei dati che permettono all’Azienda di mappare i veicoli Premium ed il processo d’acquisto dei consumatori in 40 paesi, in particolare nei 6 mercati più importanti per il Premium. L’utilizzo dei nuovi software ha reso possibile un incremento della nostra quota di mercato Premium in Europa, Stati Uniti e Cina.

Questo tipo di analisi sul parco auto in circolazione ci consente di supportare i dealer nelle loro decisioni di acquisto ed ottimizzare il servizio al cliente. Il rivenditore ha un quadro completo delle auto Premium in circolazione nella sua area di riferimento e può effettuare gli ordini di conseguenza. Questo vantaggio competitivo Pirelli si sta traducendo in una maggiore fidelizzazione dei nostri clienti-rivenditori. Nel 2014 Pirelli ha ampliato l’offerta nei segmenti delle tecnologie Run-Flat e Self Sealing. Grazie al Run-Flat in caso di foratura, l’auto può continuare a viaggiare anche per lunghe distanze. Tale tecnologia è in dotazione a BMW, Mini, Mercedes e Corvette. esempio il Cyber PZero che è appena stato montato sulla nuova Ferrari FXX K Hybrid. Nel settore Moto sono state aggiunte quattro nuove linee di prodotti, sei nel Truck.

Nel 2014 abbiamo fatto significativi passi avanti verso gli obiettivi di sostenibilità indicati dal Piano Industriale, che ci consentono di essere in linea con i target 2020. Per citarne alcuni, rispetto al 2013 Pirelli ha ridotto nel 2014 il prelievo specifico di acqua del 19%, il consumo di energia del 3% e le emissioni di CO2 del 2%.

Abbiamo inoltre incrementato il tasso di recupero dei rifiuti del 3%. Il nostro capitale Sociale ha poi beneficiato di importanti risultati su tematiche chiave quali la formazione, raggiungendo 8,2 giorni medi di formazione per dipendente, anticipando di un anno rispetto il target di 7 giorni medi, e la riduzione nella frequenza degli infortuni, con l’indice in flessione del 17.7% rispetto al 2013.

Il Piano Industriale 2014-2017 prevede una crescita del mercato Premium tre volte superiore a quello non Premium.
Condividi questa pagina

Copyright © 2015 Pirelli & C. S.p.A. - Pirelli Tyre S.p.A. - P.IVA: 07211330159