Gestione degli pneumatici a fine vita

In Europa circa il 95% degli pneumatici a fine vita (PFU – Pneumatici Fuori Uso) viene riciclato, negli Stati Uniti il valore è prossimo all’80% e in Giappone è di poco superiore (Fonte ETRMA – Annual Report 2013/2014). Ormai da anni Pirelli è impegnata nella gestione dei PFU collaborando con i principali enti di riferimento a livello nazionale e internazionale. Pirelli è infatti attiva nel Tyre Industry Project Group (TIPG) del World Business Council for Sustainable Development (WBCSD), nel gruppo di lavoro ELTs (End of Life Tyres) di ETRMA (European Tyres and Rubber Manufacturers’ Association) e, a livello nazionale e locale, interagisce direttamente con i principali enti attivi nel recupero e riciclo degli PFU. In qualità di membro del TIPG, Pirelli ha collaborato alla pubblicazione di un report sulla gestione degli PFU volto a sensibilizzare in modo proattivo sia i paesi emergenti sia quelli non ancora dotati di una filiera di recupero degli PFU, per promuoverne riciclo e riutilizzo secondo modelli di gestione già definiti e avviati con successo. Lo pneumatico è una miscela di numerosi materiali pregiati che, a fine vita, consentono due percorsi di recupero: recupero di materia o di energia. Per quanto riguarda il recupero di materia, il rigenerato di gomma è già riutilizzato da Pirelli nelle mescole dei nuovi pneumatici, contribuendo alla riduzione del relativo impatto ambientale. Grazie alle attività di ricerca, in collaborazione con diversi poli universitari, sarà possibile nel prossimo futuro migliorare la qualità dei materiali recuperati in termini di affinità con gli altri ingredienti delle mescole, determinando un incremento della quantità dei recuperi utilizzati nelle mescole, con ulteriore beneficio ambientale.