Condivisione del valore aggiunto

I Valori e il Codice Etico di Pirelli sanciscono l’impegno dell’Azienda ad operare per garantire uno sviluppo responsabile di lungo periodo, nella piena consapevolezza dei legami e delle interazioni esistenti tra le dimensioni economica, sociale e ambientale, considerando le ripercussioni che una decisione assunta in uno di questi ambiti esercita sugli altri. Ciò per coniugare creazione di valore, progresso della società, attenzione agli stakeholder, innalzamento degli standard di vita e qualità dell’ambiente.

Il termine “valore aggiunto” indica la ricchezza prodotta nel periodo di rendicontazione, calcolata come differenza tra i ricavi generati e i costi esterni sostenuti nell’esercizio. La distribuzione del valore aggiunto fra gli stakeholder permette di esprimere in termini monetari le relazioni esistenti tra Pirelli e i principali portatori d’interesse, focalizzando l’attenzione sul sistema socio-economico in cui opera il Gruppo.

DISTRIBUZIONE DEL VALORE AGGIUNTO 

(in migliaia di euro) 2014  2013  2012  
VALORE AGGIUNTO GLOBALE LORDO 2.296.127    2.218.034   2.210.834  
Remunerazione del personale (1.239.770) 54,0% (1.210.928) 54,6% (1.205.608) 54,5%
Remunerazione della pubblica amministrazione (173.309) 7,5% (210.392) 9,5% (200.837) 9,1%
Remunerazione del capitale di credito (262.410) 11,4% (195.832) 8,8% (129.471) 5,9%
Remunerazione del capitale di rischio (156.745) 6,8% (156.743) 7,1% (132.382) 6,0%
Remunerazione dell'azienda (457.278) 19,9% (438.682) 19,8% (537.259) 24,3%
Contributi a favore della comunità esterna (*) (6.615) 0,4% (5.457) 0,2% (5.277) 0,2%

(*)Include il versamento in conto capitale alla società HB Servizi S.r.l.

 

Il valore aggiunto creato nel 2014 registra un incremento del 3,5% rispetto al 2013. Gli andamenti delle voci determinanti il valore aggiunto globale lordo, come sopra riportate, trovano adeguata esplicazione nella sezione Bilancio Consolidato del presente rapporto, cui si rinvia per gli opportuni approfondimenti.

Nel 2014 l’incidenza delle spese per iniziative aziendali a favore della comunità esterna sul risultato netto del Gruppo è pari a 2,0% (1,8% nel 2013 e 1,3% nel 2012).

Contribuzioni a favore della comunità esterna 

(in migliaia di euro)201420132012
Formazione e Ricerca 810 819 1.050
Iniziative socio-culturali 4.541 3.839 3.523
Sport e solidarietà 1.264 799 704
Totale 6.615 5.457 5.277

Per un corretto dimensionamento dello speso tra vari settori di intervento, va tenuto conto che si tratta di dati consolidati in euro, sebbene per lo più spesi in moneta locale nei differenti paesi, spesso mercati emergenti o in via di sviluppo, in cui Pirelli opera. In particolare, nel caso delle contribuzioni in Formazione e Ricerca e Sport e Solidarietà, va segnalato che sebbene l’ammontare risulti inferiore a quello della categoria Iniziative socio-culturali, tali contribuzioni sono servite a finanziare un ampio universo di progetti di sviluppo nei paesi destinatari.

Per approfondimenti sulle principali iniziative sostenute con le erogazioni sopra indicate, si rinvia ai paragrafi del presente rapporto dedicati alle "Iniziative aziendali a favore della comunità esterna".

In linea con quanto indicato nel Codice Etico, Pirelli “non eroga contributi, vantaggi o altre utilità ai partiti politici e alle organizzazioni sindacali dei lavoratori, né a loro rappresentanti o candidati, fermo il rispetto della normativa eventualmente applicabile”.