Relazioni con istituzioni e amministrazioni pubbliche

Come precisato nel “Codice Etico” di Gruppo, Pirelli mantiene con le pubbliche Autorità locali, nazionali e sovranazionali relazioni ispirate a piena e fattiva collaborazione, trasparenza, rispetto delle reciproche autonomie.

In tutti i paesi in cui Pirelli è presente, l’obiettivo delle relazioni istituzionali è principalmente rivolto alla creazione di rapporti strutturati e costanti con le istituzioni, allo scopo di assicurare un’adeguata rappresentanza degli interessi del Gruppo, anche attraverso la partecipazione alle diverse fasi del processo decisionale. Tutte le attività sono improntate a criteri di massima trasparenza, legittimazione e responsabilità, sia rispetto alle informazioni diffuse nelle sedi pubbliche, sia alle relazioni dirette con gli interlocutori istituzionali.

Nella gestione delle relazioni istituzionali, Pirelli agisce innanzitutto attraverso un attivo monitoraggio e un’approfondita analisi del contesto legislativo e regolamentare, al fine di verificare possibili implicazioni d’interesse, nonché individuare gli stakeholder di riferimento. Per garantire un più efficace coinvolgimento di tali stakeholder, il dialogo istituzionale è arricchito da progetti e iniziative realizzati in collaborazione con le istituzioni per promuovere e sostenere tematiche di interesse pubblico.

L’ampia diffusione geografica degli interessi industriali ed economici del Gruppo Pirelli richiede un’estesa articolazione delle relazioni istituzionali, che interessano quindi la dimensione nazionale, comunitaria e internazionale.

In Italia, il Gruppo interagisce in un sistema di relazioni in cui sono coinvolti i principali organi istituzionali, sia a livello nazionale sia locale. In ambito parlamentare l’attenzione è focalizzata sull’analisi dei processi legislativi d’interesse e sulle iniziative delle Commissioni Permanenti di Camera e Senato, intervenendo talora a supporto dell’attività parlamentare attraverso il trasferimento di informazioni tecniche, studi e analisi specialistiche inerenti le attività del Gruppo. In ambito governativo, Pirelli mantiene relazioni costanti con le strutture della Presidenza del Consiglio, dei principali Ministeri di riferimento e degli enti a essi correlati.

Di particolare rilevanza, tra le consuete attività realizzate a tutela di tali interessi, le iniziative promosse su temi quali: sostegno allo sviluppo industriale, con particolare riferimento a progetti di ricerca e sviluppo; promozione e potenziamento delle relazioni internazionali nei paesi in cui il Gruppo è presente con insediamenti industriali; analisi e approfondimento degli impatti relativi alla disciplina regolamentare degli pneumatici; richiamo su tematiche di sicurezza stradale.

I rapporti con le Istituzioni Europee sono focalizzati sia sulla relazione istituzionale con gli stakeholder sia sul monitoraggio legislativo. Il continuo dialogo e confronto con la Commissione, il Consiglio e il Parlamento Europei riguarda un ampio ventaglio di temi di interesse aziendale: trasporti, politiche energetiche e ambientali, politica industriale, ricerca e innovazione, normativa tecnica, mercato interno e commercio internazionale.  Nelle diverse fasi di elaborazione e formazione della normativa europea, Pirelli rappresenta presso gli stakeholder comunitari gli interessi di Gruppo, con un approccio sempre orientato alla massima trasparenza e correttezza. Il Gruppo Pirelli è iscritto al Registro Europeo per la Trasparenza, istituito da un accordo interistituzionale tra il Parlamento Europeo e la Commissione Europea.

A livello internazionale Pirelli pianifica numerosi incontri con i principali interlocutori istituzionali presenti nei paesi in cui insistono i maggiori insediamenti produttivi e favorisce momenti di confronto orientati alla reciproca comprensione, allo scopo di promuovere un’efficace strategia di Relazioni Istituzionali basata su una corretta percezione della presenza industriale del Gruppo.

Di particolare rilievo l’approvazione della “Policy Lobbying” a febbraio 2015 da parte del CdA di Pirelli, relativa a principi e modalità per la rappresentanza degli interessi aziendali presso i decisori pubblici secondo legittimità, correttezza e trasparenza, a garanzia di un’adeguata attività di lobbying nel pieno rispetto dei principi sanciti nel “Codice Etico” e nel “Compliance Program Anticorruzione” del Gruppo, in linea con le best practice internazionali (International Corporate Governance Network), oltre che in conformità alle leggi e ai regolamenti vigenti nei paesi ove Pirelli opera. La “Policy Lobbying” è pubblicata sul sito web Pirelli.