Employer branding

Pirelli dedica da tempo specifiche risorse alle attività di Employer Branding in quanto ritiene cruciale presentarsi sul mercato come employer of choice, trasmettendo all’esterno i propri tratti caratteristici. Tre sono i driver che contraddistinguono il Gruppo: Business, People and Change, all’interno dei quali sono declinati i principi su cui Pirelli basa il proprio approccio gestionale.

L’Azienda crede fortemente nella diffusione delle eccellenze di Pirelli come strumento di attrazione e per questo durante le attività di Employer Branding, in particolare con i giovani, tende a trasmettere alcuni principi cardine del Gruppo, come il know-how tecnologico e l’innovazione del prodotto, la leadership sia tecnologica che commerciale nel segmento più alto del mercato, la tensione delle persone verso i risultati e la meritocrazia che da sempre fa sì che le risorse migliori crescano, sia a livello locale che internazionale.

Oltre a veicolare i principi aziendali, l’Employer Branding è anche un prezioso strumento per dare visibilità alle opportunità di lavoro dedicate ai neolaureati, non solo sul mercato italiano ma a livello globale. Considerando solo i paesi nei quali Pirelli è presente con uno o più impianti produttivi in Europa, Stati Uniti, Sud America, Medio Oriente, Africa, Russia e Asia-Pacific, nel 2014 sono stati organizzati circa 180 eventi, progetti, momenti di incontro in cui l’Azienda ha promosso le proprie iniziative di Employer Branding.

Queste attività vengono portate avanti anche grazie alla rete di contatti e partnership con alcune Università prestigiose nei vari paesi come, ad esempio: la Beijing University of Chemical Technology di Pechino, la University of Munich in Germania, la Nottingham Trent University nel Regno Unito, la University Politehnic of Bucharest in Romania, la ESIC - Business Marketing School in Spagna, l’Universidad de Buenos Aires in Argentina, l’Universidad Tecnològica del Centro in Venezuela, l’Istituto Tecnològico de Estudios Superiores de México, la Keio University in Giappone, l’American University del Cairo in Egitto.

Per quanto riguarda i progetti sviluppati in questo ambito a livello di headquarter, Pirelli collabora attivamente con le proprie Università di riferimento: Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Università Bocconi, Università Cattolica, Università degli Studi di Torino. Queste Università vengono considerate di riferimento sia per la tipologia di studenti che raccolgono, principalmente economisti e ingegneri, sia perché fisicamente prossime alle sedi Pirelli in Italia. Con questi istituti, Pirelli ha organizzato Career Day, tavole rotonde, Job Fair, oltre che presentazioni aziendali e momenti di incontro con studenti direttamente in azienda, volti a “far toccare con mano” la realtà del Gruppo.

Pirelli è inoltre presente sul web con la pubblicazione di Company Profile e annunci di lavoro su siti mirati fra cui, in particolare, LinkedIn e Monster. Per quanto riguarda Linkedin, da dicembre 2013 a dicembre 2014 i follower sono quasi raddoppiati, passando da 64.000 a 113.000. Peraltro, Monster rimane uno dei principali canali di reclutamento di neolaureati, insieme a Job Meeting e Job Advisor.

Visibilità e promozione attraverso le Università e significativa presenza sul web hanno permesso all’Azienda di portare avanti con successo anche nel 2014 il processo di ricerca e selezione dei neolaureati, che ha avuto come risultato l’inserimento di circa 100 giovani in stage presso le sedi italiane del Gruppo.

Le attività di Employer Branding in generale hanno anche contribuito a raggiungere altri importanti risultati nella ricerca e selezione del personale: nel 2014 sono stati assunti 763 white collar in 35 diverse sedi, principalmente in Brasile, Russia, Romania e presso l’headquarter di Milano. La maggior parte di queste risorse, la cui età media è 31 anni, sono state inserite nell’area Sales&Marketing e nelle funzioni di staff.